Neapolis mantra

Neapolis mantra
Neapolis mantra (1998)

1. L’alba
2. Spiriti vaganti
3. Il giardino di Nunzia
4. Il canto del folle
5. Il viaggio del sole
6. Il canto I
7. Notturni pensieri
8. La città delle razze
9. Heraklion
10. Shamballa
11. Terra e vento
12. Il canto II

Il progetto musicale “Neapolis mantra”

“Neapolis Mantra” è un album interamente strumentale in cui convergono i suoni sacri e rituali della musica etnica.
“Mantra - racconta Enzo Gragnaniello - è inteso come suono ancestrale che viene dal profondo di ognuno ed è in grado di alimentare lo spirito dell’uomo. È l’unica parola in grado di spiegare quello che sento. Lo stesso mantra che avevo da ragazzino a vico Cerriglio, quando suonavo i tamburi come un pazzo, preso dalla frenesia di esprimere le emozioni che avevo in corpo. Lo stesso che mi permette ancora di cantare e suonare”.
“Da ragazzo mi divertivo a vedere le vecchiette per strada sedute intorno ai bracieri. Sorseggiavano l’orzo mentre mi raccontavano storie di munacielli, spiriti... A tarda sera rincasavano e pregavano davanti ai loro santi. Ogni basso era un ex voto. Quelle vecchiette inconsciamente meditavano, come i buddhisti. Anche il loro era un mantra. Nusrath Fateh Alì Khan diceva che la sua voce non era altro che un tramite”.

Discografia completa

Enzo Gragnaniello
Salita Trinità degli Spagnoli
Fujente
Veleno, mare e ammore
Canzoni di rabbia. Canzoni d’amore
Un mondo che non c’è
Cercando il sole
Posteggiatore abusivo
Continuerò
Neapolis mantra
Oltre gli alberi
Balìa
Collection
Cu’ mmè
The best of
Tribù e passione
Collection 2
Notte, sera e matina
Songh’io
Quanto mi costa
Vieni via con me
L’erba cattiva
Alberi
Radice
Live
Misteriosamente
Veleno
Lo chiamavano vient’ ’e terra

2020-2021 © Enzo Gragnaniello fan site - Tutti i diritti sono riservati